Associazione di Volontariato Mago Merlino - Chi Siamo

CHI SIAMO

www.giochidiprestigio.org - Il sito del NASOROSSO- Associazione di Volontariato ONLUS - Clown in corsia - Animazione -
             
   
Animatori - Prestigiatori - Illusionisti - Giocolieri - Clown - Comici -



Siamo un gruppo di amici, con il desiderio di diventare sempre più numerosi (aspettiamo la tua adesione), con la passione per l'arte ed il desiderio di donare un sorriso a tutte quelle persone che vivono in una condizione di disagio.
Come gruppo operiamo prevalentamente nella provincia di Catania ma abbiamo dei soci in varie provincie perchè organizziamo gruppi per gli ospedali o comunità che si trovano in tutta Italia.
Prendi visione del nostro statuto e se i tuoi ideali corrispondono ai nostri ti invitiamo a salire sul nostro carro.

La nostra sede:
Associazione Mago Merlino
Via Provinciale Per Riposto n. 21
95024 Acireale (CT)
Telefono 095-7640284

Statuto dell’associazione di volontariato
Mago Merlino

Art. 1 – Denominazione e Caratteristiche.

1.1 E’ costituita l’Associazione di volontariato denominata “Mago Merlino” (di seguito indicata l’Associazione) che possiede le caratteristiche e le finalità di un “Organismo di Volontariato”, non ha scopo di lucro, ha struttura democratica e cariche elettive e gratuite; adeguatamente alle indicazioni della Legge 11/08/1991 n. 266.

1.2 L’Associazione di volontariato si basa su norme organizzative ispirate ai principi di trasparenza amministrativa. È costituita da cittadini liberamente associati che offrono il loro servizio umanitario e sociale a titolo gratuito.

1.3 Al fine di incentivare il raggiungimento dei propri scopi sociali l’Associazione potrà aderire o federarsi con altri organismi che condividono e perseguono gli stessi scopi. Come la FIPEC (Federazione Italiana per l’Educazione Continua) con sede in Roma o le Associazioni di Volontari-Clown.

Art. 2 – Durata e scioglimento

2.1 L’Associazione ha durata illimitata.

2.2 Il suo scioglimento è deliberato dall’Assemblea straordinaria dei Soci la quale provvede alla nomina di uno o più liquidatori. I beni che residuano sono devoluti ad altre organizzazioni di volontariato operanti in analogo settore.

Art. 3 – Sede

3.1 L’Associazione ha sede in Acireale Via Provinciale per Riposto n. 21. Il Consiglio Direttivo può deliberare con atto motivato il trasferimento della sede.

Art. 4 – Scopo

4.1 L’Associazione, con finalità di solidarietà sociale, ha per scopo principale la promozione umana, civica e cristiana degli individui ed in particolare dei soggetti più svantaggiati anche se appartenenti a collettività estere di paesi in via di sviluppo.

4.2 L’Associazione nel conseguimento dei suoi esclusivi scopi di solidarietà sociale si propone per la preparazione culturale ed artistica di quanti vogliono avvicinarsi al mondo dell’animazione e dello spettacolo in genere e in particolare della prestidigitazione, con promozione e realizzazione di corsi, riunioni, stages, progetti, da realizzare in Italia e all’estero.

4.3 L’Associazione promuove la progettazione e l’organizzazione dei processi formativi anche a mezzo convenzioni e accordi con Enti Locali e Nazionali nonché Enti Morali pubblici e privati, istituti scolastici, ONLUS e gruppi esterni che perseguono la qualificazione e la riqualificazione culturale.

4.4 L’Associazione in particolar modo organizza i Volontari-Clown che previa formazione, svolgano servizi presso i reparti degli ospedali, case di cura, ambulatori medici, case di riposo per anziani, comunità di disabili, comunità di bambini; missioni nel Terzo Mondo; pellegrinaggi; ecc.

Art. 5 – Patrimonio e risorse economiche.

5.1 – Il patrimonio dell’Associazione è costituito da: beni mobili e immobili che pervengono all’Associazione, a qualsiasi titolo, da elargizioni o contributi da parte di enti pubblici e privati, nonché da persone fisiche, sempre che i beni immobili, mobili, le elargizioni ed i contributi di cui sopra siano espressamente destinati ad incrementare il patrimonio per il raggiungimento dei fini previsti dell’Associazione.

5.2 – Le entrate dell’Associazione sono costituite da:

a) Quote associative e contributi dei Soci.
b) Contributi e donazioni dei privati.
c) Contributi dello Stato, della Regione, del Comune e di qualsiasi altro Ente o Istituzione pubblica finalizzati esclusivamente al sostegno di specifiche e documentate attività o progetti.
d) Contributi di Istituti Bancari.
e) Contributi di organismi internazionali.
f) Donazioni e lasciti testamentari.
g) Entrate derivanti da attività commerciali e produttive marginali.

Art. 6 Esercizio sociale e avanzo di gestione. 6.1 L’esercizio sociale inizia con il primo di gennaio e termina il trentuno di dicembre di ogni anno. L'Assemblea dei Soci può, con delibera motivata approvata dalla maggioranza dei presenti, modificare i termini della scadenza dell'esercizio annuale, adattandoli ai programmi e alle attività sociali.

6.2 Ogni anno devono essere redatti, a cura del Consiglio Direttivo i bilanci preventivo e consuntivo da sottoporre all’approvazione dell’assemblea che deciderà a maggioranza di voti. Dal bilancio consuntivo devono risultare i beni, i contributi e i lasciti ricevuti.

6.3 Gli utili o avanzi di gestione, nonché fondi di riserva o capitale non possono essere distribuiti, anche in modo indiretto, e dovranno essere impiegati per la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle ad esse connesse.

Art. 7 I Soci

7.1 I Soci si distinguono in:

a) Soci ordinari.
b) Soci sostenitori.
c) Soci onorari.

7.2 I soci ordinari sono tutti coloro che oltre a condividere gli scopi sociali, le finalità, i programmi dell’Associazione e accettarne lo statuto, intendono impegnarsi, nell’ottica di un impegno di volontariato personale, spontaneo, gratuito, a partecipare fattivamente alla vita dell’Associazione perseguendone attivamente i fini ed apportando contributi organizzativi e culturali.
La qualità di Socio ordinario si acquisisce con l’accettazione della domanda scritta da parte del Consiglio Direttivo ed ha durata illimitata, fatto salvo il diritto di recesso o di esclusione ed è incompatibile con qualsiasi rapporto di lavoro subordinato o autonomo tra il Socio e l’Associazione.
I Soci ordinari fruiscono di tutte le attività dell’Associazione e prendono parte all’Assemblea dei Soci con diritto di voto.
Tutti i soci ordinari, nonché coloro che prestano attività nell’ambito dell’Associazione, saranno assicurati contro gli infortuni e le malattie connesse all’attività stessa e per la responsabilità civile verso terzi.

7.3 Il socio ordinario ha l’obbligo di:

a) Corrispondere le quote associative annuali.
b) Osservare lo Statuto, nonché le deliberazioni e gli orientamenti che saranno adottati.
c) Partecipare all’attività sociale nelle forme e nei modi stabiliti dall’Assemblea dei Soci e dal Consiglio Direttivo.
d) Partecipare personalmente agli incontri sociali stabiliti.
e) All'osservanza dello Statuto, e di eventuali regolamenti interni e delle deliberazioni prese dagli organi sociali, comprese eventuali integrazioni della cassa attraverso versamenti di quote straordinarie.

7.4 Il socio ordinario ha il diritto di:

a) Partecipare alla gestione dell’Associazione secondo le modalità
stabilite, alle deliberazioni dell’assemblea e all’elezione dei membri del Consiglio Direttivo.
b) Prendere parte a tutte le manifestazioni e attività organizzative dell’associazione.
c) Visionare i registri e i verbali delle assemblee e del Consiglio Direttivo facendone richiesta scritta alla Presidenza.

7.5 I Soci sostenitori sono tutti coloro che condividendo gli scopi e le finalità dell’Associazione pur contribuendo finanziariamente al sostegno non intendono o non possono impegnarsi come volontari. Essi vengono nominati dall’assemblea, previo proposta del Consiglio Direttivo. Il socio sostenitore ha diritto di partecipare all’assemblea dei soci senza diritto di voto.

7.6 I Soci onorari sono coloro che si siano distinti nel promuovere e contribuire, anche economicamente, nei modi previsti dello statuto, al sostenimento dell’Associazione. Essi vengo nominati dall’assemblea, previo proposta del Consiglio Direttivo. Il socio onorario ha diritto di partecipare all’assemblea dei soci senza diritto di voto.

7.7 Per l’attività prestata dai soci non è prevista alcuna forma di compenso; sono ammessi eventuali rimborsi delle spese qualora sostenute per lo svolgimento di attività autorizzate dal Consiglio Direttivo, nella misura da questi stabilita ed adeguatamente documentate.

7.8 Esclusione dei Soci

La qualità di Socio Ordinario si perde per dimissioni, decesso o esclusione. L’esclusione è deliberata dal Consiglio Direttivo per lo svolgimento di attività incompatibili con l’Associazione, o per inottemperanza alle disposizioni statutarie regolamentari o per mancato pagamento di una quota sociale.
Costituisce causa di sospensione e/o esclusione della qualità di Socio Ordinario, Socio Sostenitore e Socio Onorario:

a) la sentenza di condanna passata in giudicato per delitto non colposo.
b) l’uso di sostanze stupefacenti o psicotrope di qualsiasi genere. Il provvedimento di esclusione va comunicato al socio dichiarato decaduto con Raccomandata R.R., l’interessato può proporre ricorso all’Assemblea mediante Raccomandata R.R. inviata al Presidente dell’Associazione.

Art. 8 Organi dell’Associazione.

8.1 Organi dell’Associazione sono:

a) Assemblea dei Soci.
b) Consiglio Direttivo.
c) Presidenza.
d) Consiglio d’Amministrazione.

8.2 L’Assemblea dei Soci è l’organo sovrano dell’Associazione ed è costituito da tutti i Soci (ordinari, sostenitori e onorari). L’assemblea ordinaria è valida in prima convocazione con la presenza della maggioranza dei Soci ordinari, in seconda convocazione qualunque sia il numero dei partecipanti e delibera sempre a maggioranza dei Soci votanti. Solo il Socio ordinario ha diritto al voto e può esprimere un solo voto. Non sono ammesse deleghe.

8.3 L’Assemblea ordinaria è convocata dal Presidente del Consiglio Direttivo, anche al di fuori della sede sociale purché nel territorio del comune, almeno una volta all’anno, entro il primo quadrimestre, per l’approvazione del bilancio consuntivo e preventivo, mediante avviso contenente l’indicazione del giorno, dell’ora e l’elenco delle materie da trattare, affisso nella sede sociale ed in altri locali di solito utilizzati dai Soci almeno quindici giorni prima della data prevista. E’ convocata inoltre su richiesta del Presidente o di almeno due componenti del Consiglio Direttivo oppure un terzo dei Soci Ordinari. Delibera col voto favorevole della maggioranza dei Soci Ordinari presenti.

8.4 L’Assemblea ordinaria ha tutte le prerogative e le attribuzioni che ad essa sono demandate dallo statuto e dalla Legge. Essa:

a) Stabilisce gli orientamenti generali dell’Associazione.
b) Approva il bilancio consuntivo e quello preventivo dell’anno successivo presentati dal Consiglio Direttivo.
c) Elegge i componenti del Consiglio Direttivo.
d) Delibera sulla esclusione dei Soci e sui ricorsi dei Soci contro i provvedimenti di sospensione o decadenza adottati dal Consiglio Direttivo.
e) Delibera sulle proposte di modifica dello statuto.

8.5 L’Assemblea straordinaria, convocata dal Presidente del Consiglio Direttivo, è regolarmente costituita in prima convocazione con la presenza di almeno due terzi dei Soci Ordinari ed in seconda convocazione con la presenza di almeno un terzo dei Soci Ordinari e delibera col voto favorevole di due terzi dei Soci Ordinari presenti.
Spetta all’Assemblea straordinaria deliberare sullo scioglimento dell’Associazione.

8.6 Il Consiglio Direttivo è composto da non più di cinque elementi eletti dall’Assemblea dei Soci. In caso di dimissioni o decadenza di uno dei Consiglieri, il Consiglio, alla prima riunione, provvede alla sua sostituzione per cooptazione riferendone alla prima Assemblea dei Soci per la ratifica. Nel caso che nel corso del quadriennio venga a dimettersi o decada la metà dei Consiglieri, l’intero Consiglio si intende decaduto. Entro sessanta giorni si procede alla convocazione dell’assemblea per l’elezione del nuovo Consiglio.
Il Consiglio Direttivo è presieduto dal Presidente ed ha tutte le facoltà per l’ordinaria e straordinaria amministrazione e per quant’altro in virtù del presente Statuto e per Legge gli compete, sulla base delle linee programmatiche approvati dall’Assemblea dei Soci.
Tra l’altro esso:

a) Elegge tra i propri membri il Presidente.
b) Elegge tra i propri membri i due componenti del Consiglio d’Amministrazione.
c) Predispone il rendiconto consuntivo annuale ed il bilancio preventivo per sottoporli all’approvazione dell’Assemblea dei Soci.
d) Delibera sull’ammissione dei nuovi Soci, e sulla sospensione della qualità di Socio nei casi di esclusione.
e) Nomina e revoca l’eventuale personale dipendente dell’Associazione, ne stabilisce il regolamento ed il relativo trattamento economico.
f) Delibera la quota associativa annuale per i Soci ordinari.
g) Nomina i Soci Onorari da presentare all’Assemblea dei Soci per la convalida.

8.7. Il Presidente è eletto dal Consiglio Direttivo nella prima riunione convocata dopo le elezioni. Ha la rappresentanza legale dell’Associazione nei confronti di terzi ed in giudizio e possiede la firma nell’ambito delle deleghe e del mandato conferitogli dal Consiglio Direttivo. In caso di urgenza può esercitare i poteri del Consiglio Direttivo riferendone allo stesso nella riunione immediatamente successiva.

Il Presidente:

a) Presiede le sedute del Consiglio Direttivo.
b) Attua i provvedimenti relativi allo svolgimento delle attività deliberate dal Consiglio Direttivo garantendone la conformità con le linee fissate dall’Assemblea dei Soci.
c) Può delegare uno o più componenti del Consiglio il compito di alcuni atti stabilendone materia e limiti.
d) Può avvalersi del supporto tecnico di esperti e consulenti, anche se retribuiti.
e) Svolge tutte le mansioni demandategli dal presente Statuto e dalla Legge.
f) Provvede alla tenuta dei registri dell’Associazione. In caso d’impedimento del Presidente, le funzioni sono svolte dal consigliere più anziano di età o da altro consigliere scelto dal Consiglio Direttivo.

8.8 Il Consiglio di Amministrazione è composto dal presidente e due membri eletti dal Consiglio Direttivo fra i propri componenti. Ha la stessa durata del Consiglio Direttivo.
E’ presieduto dal Presidente del Consiglio Direttivo e:

a) Provvede alle funzioni di economo con l’incarico della riscossione delle entrate e del pagamento delle spese in conformità con le decisioni del Consiglio Direttivo.

b) Predispone i dati e le informazioni necessarie alla redazione del rendiconto consuntivo annuale e il bilancio preventivo del successivo esercizio per il Consiglio Direttivo.
c) Provvede alla tenuta dei registri e della contabilità dell’Associazione nonché alla conservazione della relativa documentazione avvalendosi, ove occorresse, di eventuali rapporti con consulenti esterni ai fini fiscali e tributari.

Art. 9 Durata delle cariche sociali.

9.1 Tutte le cariche Sociali sono a titolo gratuito e sono ricoperte solamente dai Soci.
Sono ammessi esclusivamente rimborsi spese in relazione a particolari ed onerose attività svolte nell’interesse dell’Associazione, adeguatamente documentate.

9.2 Gli incarichi sociali degli organi dell’Associazione hanno la durata di quattro anni e possono essere rinnovabili. Le sostituzioni nel corso del quadriennio decadono allo scadere del quadriennio di gestione medesimo.

Art. 10 Per quanto non contemplato dal presente statuto valgono le norme e disposizioni delle leggi vigenti ivi comprese quelle regionale.





xx.gif (383 byte)
scrivimi


Tutti i diritti riservati - www.giochidiprestigio.org - non è in alcun modo responsabile dei contenuti dei siti linkati. 

Webmaster Mario Pappalardo